Pulizia e utilizzo del Tartufo

Il tartufo prima di essere utilizzato va lavato in acqua fredda con l’ausilio di uno spazzolino per eliminare i residui di terra, per i tartufi neri si consiglia di tenerli a bagno qualche minuto per riuscire a pulirli con più facilità data la superficie irregolare di cui sono dotati che tende a trattenere maggiori quantità di terra. Il tartufo va lavato solo al momento dell’utilizzo in quanto una volta pulito si conserva solo per pochi giorni.

L’utilizzo del tartufo varia a seconda della tipologia e delle tradizioni locali.

Per il Tartufo Bianco Pregiato le indicazioni di base sono quelle di utilizzarlo a crudo, preferibilmente tagliato a fettine da aggiunge sul piatto precedentemente preparato. Si abbina bene a primi piatti, da noi in Romagna non può mancare su una bella tagliatella all’uovo, ma anche su omelette e carni.

Per il Tartufo Nero, sia estivo che nella variante invernale, il consiglio è di utilizzarlo nei vari piatti preparati in cottura per valorizzarne al meglio le caratteristiche.