Conservare il Tartufo

Il tartufo fresco, data l’elevata deperibilità, va conservato in frigorifero. La nostra tradizione vuole che il tartufo prima di essere messo in frigorifero venga avvolto in un panno di cotone o in alternativa carta da cucina e riposto all’interno di un contenitore in vetro o plastica.

Il panno o la carta che in tal modo assorbono l’umidita rilasciata dal tartufo vanno sostituiti indicativamente ogni due/tre giorni in modo che il tartufo si conservi senza il rischio di ammuffire.

La durata della conservazione del tartufo varia a seconda della tipologia dello stesso (i tartufi neri tendono a conservarsi più a lungo dei bianchi) e dal grado di maturazione raggiunto (i tartufi che vengono raccolti all’inizio della stagione sono più deperibili rispetto a quelli più tardivi): il consiglio rimane quello di consumarli il prima possibile e comunque entro una settimana dall’acquisto.

News

SANT'AGATA FELTRIA TARTUFI ora su VENTIS

LA VALMARECCHIA IN PIAZZA - ANTICA FIERA DI SAN MICHELE

FIERA NAZIONALE TARTUFO BIANCO PREGIATO 2018